Build the Event YOUR LIVE MUSIC
ITALIANO INGLESE
 
 
 Home Barry White 
BARRY WHITE
La vera storia

Nasce il 12 settembre 1944 a Galveston, in Texas, con il nome di Barry Eugene Carter, era il maggiore di due fratelli.

La sua nascita a Galveston deriva interamente dalla madre che, recatasi in visita da alcuni parenti, decide di prolungare il suo soggiorno in quel luogo. Una volta tornato in California, egli trascorse la sua infanzia a Watts, una delle zone a più alta densità criminale di South Central Los Angeles, assieme al fratello Darryl, di 13 mesi più giovane. Darryl rimarrà poi ucciso in una lotta tra bande rivali il 5 dicembre 1983.

Questo avvenimento devasterà Barry che più tardi avrà modo di osservare: "Credetemi, la vita vale molto poco in quel mondo. È pazzesco, ma morì solo per due dollari."

I due bambini vengono cresciuti dalla madre, l'attrice Sadie Marie Carter, apparsa nel film del 1931 "Trader Horn". Lei e il loro padre Melvin A. White non si sposano né vivono mai insieme.

Barry ricorda a tal proposito: "Quando iniziai la scuola, mio padre vide il mio certificato di nascita e notò che il cognome scritto era quello di mia madre. Beh, non fece altro che cancellare Carter, scrivendo il suo, White."

Cresce ascoltando la collezione di musica classica di sua madre, e comincia a suonare il pianoforte tentando di emulare i grandi maestri.
Il suo debutto musicale avviene in tenera età, a 11 anni, nel fortunato singolo di Jesse Belvin "Goodnight My Love", in cui suona il pianoforte.



Più tardi la sua voce inconfondibile si manifesta per la prima volta: "Cambiò quando avevo 14 anni. Mi svegliai e parlai a mia madre e il mio torace cominciò a vibrare. Fu incredibile, era terrorizzata!"

Convinto che la musica sarebbe stata la sua vita, Barry lascia la scuola all'età di 15 anni, ma insieme al fratello viene coinvolto nella criminalità e nell'attività delle gang. Ben presto si mette nei guai con la legge e deve scontare sette mesi in un carcere minorile per aver rubato pneumatici da alcune Cadillac per un valore di 30.000 dollari. Il lato disumanizzante di questa esperienza lo colpisce profondamente: "Mentre ero in prigione, dovetti fare i conti con i miei errori e decisi che mai più in vita mia avrei consegnato la mia libertà nelle mani di qualcun altro."

Dopo il suo rilascio dalla prigione, abbandona la vita della gang e inizia la propria carriera musicale agli inizi degli anni '60 come membro di diversi gruppi a volte col nome di Barry Lee.
Quando alcuni suoi compagni di scuola fondano il gruppo R&B The Upfronts nel 1960, vi entra come basso (anche se affermerà in seguito di non aver mai desiderato diventare un cantante), e partecipa alla stesura di diversi brani come

"Little Girl"


e

"It Took Time"



...... continua

 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su OK, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. .